RLS

RLS : Guida completa

Il Rappresentante dei Lavoratori per la Sicurezza (RLS)  rappresenta una figura fondamentale all’interno delle aziende, conforme alle disposizioni del Decreto Legislativo 81/08. Questo ruolo è stato creato per garantire una partecipazione attiva dei lavoratori nella tutela della salute e sicurezza sul luogo di lavoro, seguendo le linee guida stabilite nello Statuto dei Lavoratori (Legge n. 300/1970).

Nomina

L’individuazione del RLS, o “nomina” come talvolta viene chiamata, è obbligatoria in tutte le aziende. Tuttavia, le modalità di elezione o designazione variano in base alle dimensioni e al settore di appartenenza dell’azienda.

Attualmente, nelle aziende con un massimo di 15 dipendenti, il RLS viene di solito eletto direttamente dai lavoratori interni. Al contrario, nelle aziende con più di 15 dipendenti, il processo di elezione o designazione del RLS avviene tramite le rappresentanze sindacali aziendali, se presenti.

Ma come avviene esattamente l’elezione o la designazione del RLS? È importante sottolineare che questo è un diritto dei lavoratori stessi, e non un obbligo per il datore di lavoro. Il numero minimo di RLS è stabilito per legge, mentre il numero effettivo può essere concordato attraverso la contrattazione collettiva.

 

È fondamentale distinguere il ruolo del RLS da quello del Responsabile del Servizio di Prevenzione e Protezione (RSPP) nominato dal datore di lavoro. Non è compito del datore di lavoro procedere con la nomina del RLS.

Se i lavoratori non procedono con l’elezione o la designazione del RLS, il datore di lavoro non è soggetto a sanzioni. Tuttavia, è suo dovere informare i lavoratori sulla possibilità di elezione o designazione del RLS e fornire la formazione necessaria al RLS individuato dai lavoratori.

In assenza di un RLS eletto o designato, le funzioni di rappresentanza sono svolte dal Rappresentante dei Lavoratori per la Sicurezza Territoriale (RLST).

 

Quali sono i compiti dell’ RLS?

Il D.Lgs. 81/08 assegna al RLS una serie di attribuzioni anziché obblighi. Questi includono il diritto di accedere ai luoghi di lavoro per verificare le condizioni di salute e sicurezza, essere consultato sulla valutazione dei rischi e partecipare alle riunioni periodiche sulla sicurezza, tra gli altri.

 

Formazione

Il RLS deve ricevere una formazione specifica per adempiere correttamente ai suoi compiti. La durata minima della formazione è di 32 ore, con una parte dedicata ai rischi specifici e alle relative misure di prevenzione e protezione.

Inoltre, il RLS è soggetto all’obbligo di aggiornamento periodico annuale, la cui durata varia a seconda delle dimensioni dell’azienda.Formazione RLS 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *